AUGMENTED REALITY, dalla A (ugmented) alla R (OI)

  • Noi di DOOH.IT associamo l’augmented reality con Aurasma, la piattaforma AR di HP che utilizziamo per creare progetti dall’engagement assicurato. Ma cos’è Aurasma, come funziona, quali sono le case histories di maggior successo e come si realizza un progetto di augmented reality dalla A alla R? Dall’augmented Reality al Return On Investment. Oggi cerchiamo di spiegarvelo…

     

    Aurasma What's your Aura

     

    Cos’è Aurasma e come funziona?

    Aurasma è la piattaforma di HP per lo sviluppo di progetti di realtà aumentata che dal 2011 domina il mercato mondiale. È composta da una piattaforma per gli sviluppatori e da un App per gli end users, scaricabile sia da Apple Store che da Google Play. E’ stata installata da milioni di persone in tutto il mondo e ha più di 6 milioni di active users che la utilizzano regolarmente, ma ancora relativamente pochi sviluppatori certificati che realizzano animazioni engaging (e DOOH.IT è uno di questi  pochi).

    Qualche dato in più relativo ad aurasma ce lo dà quest’infografica:

     Aurasma infographic 2013

    I settori che utilizzano questo tool per coinvolgere il proprio target e aumentare le conversions (che siano vendite o subcriptions o quant’altro) sono diversi. In primis il publishing (sia per quanto riguarda i periodici sia per i libri), ma anche il signage (tradizionale o digital) e il mondo del commercio in generale (CD, DVD, e packaging di prodotti i più diversi). Anche il mondo dell’entertainment e degli eventi si affida a questa pratica, così come l'educational attraverso realtà quali i musei e le scuole. 

    A prescindere dal settore, a seconda dell'entità della campagna e del budget a disposizione, ci sono 3 modi per le aziende o le istituzioni di utilizzare Aurasma:

    • Basic (direttamente tramite l'app Aurasma)
    • Branded (rebrandizzando l'app Aurasma e tutte le sue funzionalità con il proprio brand) 
    • Embedded (integrando le funzionalità aurasmatiche nella propria app già esistente)

     

    Dalla A(ugmented) alla R(OI)

    Creare una campagna di Augmented Reality di successo non è immediato, ma un processo ben strutturato: dallo sviluppo del concept creativo, alla realizzazione della grafica, delle animazioni e delle interazioni. Le fasi di concept design e progettazione sono dunque fondamentali per la buona riuscita di una campagna, ma soprattutto è fondamentale poterla quantificare in termini di return on investment una volta conclusa. 

    Per questo ogni Aura è misurabile. A fine campagna è necessario fornire i dati riguardanti il numero di accessi giornalieri e totali, il numero delle unic users views, il tempo medio trascorso ad utilizzare l’aura, e le metriche sulle interazioni (unique overlay views) e sulle conversions (clicks on individual links). Tutte informazioni utilissime ai marketers per valutare il successo dell’intervento e l’efficacia dell’investimento.

     

    Qualche esempio di successo 

    Di seguito vi riassumiamo due interventi di successo, uno atto a promuovere un CD e l'altro un periodico (il primo branded e l'altro basic) e nei prossimi post ve ne proporremo altri indirizzati a settori differenti. 

     

    The Rolling Stones GRRR!

    stones_aurasma_big_benI Rolling Stones non solo impersonificano la storia della musica, ma anche quella dell’augmented reality. Una delle azioni strategiche atte a promuovere GRRR!, l’album della storica rock band uscito nel 2012, è stata una maestosa campagna di augmented reality 3D pensata per più di 3000 locations in 50 città sparse nei 5 continenti. Un’idea brillante che ha coinvolto i fans di tutto il mondo: grazie ad Aurasma la copertina dell’album (un gorilla con la lingua fuori) si animava in 3D, ma soprattutto se si posizionava il proprio device su uno dei 3000 spot selezionati, il gorilla magicamente riusciva ad arrampicarsi sugli edifici più rappresentativi del globo, primi fra tutti il Big Ben londinese, l’Empire di NY e l’opera house di Sidney. 

    Engagement da wow effect dunque, ma non solo: l’iniziativa ha generato un buzz immenso sia sulla stampa che sui social network e soprattutto ha contribuito all’aumento delle vendite mobile-driven.

     

    Top gear

    Il programma televisivo della BBC che dal 1993 intrattiene gli appassionati di motori in modo esilarante, cercava un modo per far fruire i contenuti video, accessibili dalla classica tv o dal web, anche ai lettori della rivista, ha trovato in aurasma l’enabler perfetto per raggiungere tale scopo e dare modo ai lettori di divertirsi come se stessero guardando il programma.

     

     

    Un altro beneficio tratto dall’utilizzo di augmented contents è stato l’aumento esponenziale delle subscription alla newsletter del sito. I contenuti augmented guidavano infatti l’utente ad un subscription form, dandogli la possibilità di registrarsi direttamente dal proprio smartphone.

     

     

     


    Pubblicato da admin, martedì 25 Marzo, 2014

    Tags: > > > > > > > > > > > >