Points: la rivoluzione postmoderna del Digital Signage

  • Pochi giorni fa agli Webby Awards (gli oscar del web) per la categoria City & Urban Innovation è stata premiata un'invenzione rivoluzionaria. Si chiama Points ed è la deriva Digital del caro vecchio Directional Signage.

     

    Points_Directional Digital Signage

     

    Per approfondire la tematica dell'internet of everything (IoE), vogliamo introdurvi l'invenzione che ha conquistato gli Webby 2014 per la sua semplice genialità e che, ne siamo convinti, conquisterà anche voi. 

    Si tratta di Points, il Digital Directional Sign creato da Breakfast, azienda newyorkese che ha l'obiettivo primario di connettere il mondo reale con quello digitale tramite invenzioni che si adattino naturalmente all'ambiente circostante. 

    Secondo Fast Company quest'azienda con sede a Brooklyn è fra le 10 più innovative al mondo per il suo approccio postmoderno alle nuove tecnologie e per la qualità e la singolarità dei suoi prodotti, primo fra tutti Points

     

    Ma cos'è Points?

    Points dimensionsPints è un'indicatore di direzione dalle linee tradizionali e dall'anima digitale, che trasmette interattivamente ai passanti informazioni di pubblica utilità, social media updates e ads commerciali, sia programmati sia in real time. 

    Pensato per outdoor e per indoor, Points è alto 2.7 metri, ha un raggio di 1.80 m ed è costruito con materiali resistenti ma weight-efficient quali l'alluminio.

    Lo si può chiamare Digital Directional Signage, piuttosto che Smart Street Sign, ma il suo nome proprio ne riassume perfettamente la funzione primaria: indicare (to point). Con le sue braccia infatti (dotate di 16.000 led super bright) è in grado di compiere rotazioni orarie ed antiorarie di 360° in modo fluido e veloce ed indicare con precisione un punto d'interesse.

     

    Questo video rende perfettamente l'idea:

     

     

    E come funziona?

    Content source points

     

    Menu points by breakfastPosizionato nei luoghi di transito e trasporto pubblico cittadino, piuttosto che nell'ambito di conferenze, eventi privati e aziendali, Points fornisce istantaneamente informazioni sulle tematiche selezionate tramite una pulsantiera.

    Risponde dunque alle queries degli utenti mostrando sui suoi schermi i tweets degli ashtags popolari, il numero di biciclette disponibili nel punto di bikesharing più vicino, il ristorante più in voga della zona, le news piuttosto che gli orari e le direzioni dei trasporti pubblici.

    In base al periodo della giornata cambiano le categorie tematiche da indagare, ci saranno ad esempio informazioni sui cafè dove fare colazione alla mattina, negozi per lo shopping al pomeriggio e luoghi popolari dove cenare la sera insieme al cartellone degli spettacoli dei teatri e dei cinema in prossimità.

     

    Content source

    Le informazioni visualizzate sono customizzabili, i dati possono essere caricati ad hoc in base alla location e al periodo della giornata o comparire real time sfruttando Foursquare, Twitter, APIs e RSS feeds. Insomma si può far funzionare con qualsiasi fonte di dati online e adattarlo a qualsiasi location; ha dunque un potenziale immenso.

     

    Real life experiments

    Points è già utilizzato da clienti come Google, TBSLivestrong. Per adesso può anche essere noleggiato, ma la tendenza che Breakfas si prefissa è quella di venderne molte unità alle città, ai parchi divertimento, agli hotel e ai campus universitari e ai moltissimi altri potenziali clienti.