DS e cinema d’autore atterrano a Torino Caselle

  • Così come Malpensa, Linate e Orio al Serio, dal mese di Giugno anche lo scalo Piemontese di Caselle è stato dotato di una rete di Digital Signage distribuita sapientemente da IGP Decaux nei punti di maggior passaggio dell’aeroporto. Oltre ai classici totem e ai tradizionali spazi pubblicitari, qesto intervento ha previsto anche la creazione di 4 punti di promozione culturale interattiva a sostegno del Museo Nazionale del Cinema.

     

    Applicativo Interattivo Museo del Cinema Caselle

     

    Il Cinema prende il volo

    Dai primi di Giugno i viaggiatori dell’aeroporto torinese di Caselle possono interagire con un applicativo sviluppato da DOOH.IT per il Museo Nazionale del Cinemail museo più visitato di Torino che ha sede nel monumento simbolo della città, la Mole Antonelliana.

    L'applicativo, fruibile da quattro postazioni interattive dislocate fra arrivi e partenze, presenta varie sezioni tematiche che permettono ai viaggiatori di esplorare una selezione delle collezioni video e fotografiche del museo, leggere le ultime news e approfondire le tematiche delle mostre temporanee in corso, oltre ad avere informazioni pratiche e a conoscere la programmazione del Cinema Massimo. I passeggeri che s’intrattengono con questi contenuti, possono beneficiare di uno sconto speciale sull’ingresso al museo: scattando una foto ad un codice generato random dall’applicativo e presentandolo alla biglietteria del museo otterranno una riduzione di 2 € sul biglietto d’ingresso.

    I viaggiatori possono inoltre ottimizzare i tempi d’attesa informandosi sui Festival (TFF-Torino Film Festival, CinemAmbiente, TGLFF-Torino Gay&Lesbian Film Festival) che contribuiscono a rendere Torino uno dei poli di riferimento più importanti del Cinema italiano e internazionale.

     

    Musei, mostre e tecnologia in Aeroporto

    Interactive totem Museo Nazionale del CinemaA detta del NY Times, il fenomeno dei musei che si assicurano una presenza artistica e tecnologica negli aeroporti per attrarre il proprio target, è abbastanza diffuso a livello internazionale. In Italia però, nonostante la qualità e la varietà dell’offerta culturale e tecnologica, non ha ancora preso preponderatamene piede.

    Negli USA musei come l'SFO Museum, l'Indianapolis Museum of Art, l'Oakland Museum of California, da tempo si sono lanciati nella pratica di introdurre le proprie collezioni e le rispettive versioni digitali in questi luoghi di urbana quotidianità, per valorizzarle e raggiungere un più elevato numero di utenti.  

    L’iniziativa di Caselle è un primo esempio nazionale di come la comunicazione innovate in aeroporto, possa contribuire a promuovere l'immagine dei Musei del territorio e potenzialmente incrementarne gli introiti da bigliettazione, raggiungendo anche quella porzione di target che spontaneamente non si interesserebbe ad attività culturali, ma che, avvicinandosi ad esse durante i tempi d’attesa aeroportuali, si rivela disponibile a farlo.

    Questo genere di iniziative ha di sicuro un grosso potenziale sia in termini educativi che di promozione territoriale; l'esperimento torinese del Museo Nazionale del Cinema è un ottimo inizio, che trasforma un luogo di passaggio in una vetrina interattiva della storia del cinema.


    Pubblicato da admin, giovedì 26 Giugno, 2014

    Tags: > > > > > > > >