La rete che inquina

  • Nel web, sui giornali, ecco i numeri dell’inquinamento prodotto dalla rete: forse tutti non se lo aspettavano, ma inquina.

    Ovviamente per prima cosa bisognerebbe eliminare tutto lo spam: 62 mila miliardi di messaggi non desiderati arrivano ogni giorno nelle nostre caselle di posta, e di cui il 91% genera un collegamento on line.

    In secondo luogo tutti noi dovremmo fare più attenzione alla documentazione che ogni giorno inviamo con le nostre e-mail. Meno allegati, meno materiale che viaggia. Ma il problema successivo sarà: se i dati possono essere accessibili in cloud, ci dovranno essere dei "posti" in cui saranno custoditi. Il pensiero vola veloce all’enorme database di Facebook alimentato a carbone, che forse non è così green, come invece lo è quello di Google in filandia, Raffreddato con acqua marina o a GreenStar Network, che coordina una rete di aziende che si affidano solo a data center alimentati con energia rinnovabile, dall'eolico al solare.

    Un problema non insormontabile quindi, ambiente ed energia possono andare avanti insieme.

    Ecco le testate che ne parlano

     
     
    e poi c'è questo motore di ricerca, che non conosco, qualcuno lo usa?
     


    Pubblicato da admin, martedì 14 Giugno, 2011

    Tags: >